#Stop 5G: la prima e più completa inchiesta sul 5G in Italia

#STOP 5G

Che ne sarà della salute, dell’ambiente, della privacy, del controllo sociale?

novità
sconto
5%
#STOP 5G
editore Terra Nuova Edizioni
formato Libro
genere Salute naturale
Stili di Vita
collana Stili di vita
pagine 256
pubblicazione 06/2021
ISBN/EAN 9788866816492
Scrivi un commento
Documenti, studi e ricerche inedite per capire quale futuro ci aspetta con l’arrivo del wireless di quinta generazione
Opzioni di acquisto:
Clicca sulla tua scelta e metti nel carrello!
Prodotto in arrivo e al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
18,00 17,10
 
risparmi: € 0,90
Spedito in 2 giorni
Promozione valida fino al 29/08/2021
Prodotto in arrivo e al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
12,99
 
Spedito in 2 giorni
Condividi
Il 5G è sicuro per umanità ed ecosistema? Maurizio Martucci presenta la prima e più completa inchiesta sul 5G in Italia.

Un libro di grande attualità, che svela i lati oscuri del futuro digitale, soffermandosi su salute, ambiente, geopolitica, privacy e controllo sociale.


GUARDA IL VIDEO DELL'AUTORE

 

Quarta di copertina

Cosa sappiamo davvero del 5G e dei suoi effetti? Smart city, intelligenza artificiale, wi-fi irradiato dai satelliti, robotica e automazione, raccolta e controllo dei nostri dati… tutto questo verso quale futuro ci sta traghettando? Vogliamo veramente essere trasportati nell’era del cosiddetto transumanesimo?
Il giornalista Maurizio Martucci, passando in rassegna documenti inediti, studi, dichiarazioni di politici e di esponenti di spicco delle telecomunicazioni, ricostruisce le origini, le relazioni, i conflitti d’interesse e i pericoli del presente e del futuro ipertecnologico.
Un libro-inchiesta di stringente attualità che dà voce ai cittadini, agli esperti, ai medici e agli scienziati che si sono impegnati per evidenziare i lati oscuri del wireless di quinta generazione e del capitalismo della sorveglianza in cui ci stiamo abituando a vivere.
Nessuno è poi in grado di prevedere quali saranno gli effetti dell’accumulo così elevato di radiofrequenze sull’ambiente e la salute dell’uomo e degli animali. Allora perché non far valere il sacrosanto principio di precauzione, che dovrebbe essere applicato a ogni nuovo prodotto per limitarne la diffusione fino a quando non ci sono prove certe della sua innocuità?
Purtroppo con il 5G questo non sta accadendo, con il rischio di trasformare tutti noi in cavie inconsapevoli di un esperimento su larga scala.

Biografia dell'autore

Maurizio Martucci

Maurizio Martucci nasce a Roma nel 1973. Sposato e felicemente padre di due figlie vive in campagna con la famiglia, nutrendosi esclusivamente di alimenti vegani e biologici. Cultore di discipline olistiche e tradizioni millenarie, pratica Kundalini Yoga unito al sentiero spirituale dei popoli nativi, in simbiosi con la natura. Bilaureato (Lettere e Scienze e tecnologie della comunicazione), giornalista e scrittore, è autore di numerosi libri di inchiesta su vicende contemporanee. Per un decennio si è occupato di comunicazione ambientale per le aree naturali protette.
È portavoce nazionale dell’Alleanza Italiana Stop 5G, per cui è più volte intervenuto alla Camera dei Deputati, al Senato e al Parlamento europeo. Sui rischi del 5G cura un blog su Il Fatto Quotidiano e una rubrica su La Casa del Sole Tv. Ideatore del sito di informazione naturale Oasi Sana, per Terra Nuova ha pubblicato Manuele di autodifesa per elettrosensibili (2018).

Informazioni e contatti:
Sito web: oasisana.com

Terra Nuova su Facebook

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento