Il tuo browser non supporta JavaScript!

Vivere senza soldi

L'esperienza sorprendente di una donna che da undici anni ha eliminato del tutto il denaro dalla propria vita

sconto
15%
Vivere senza soldi
editore Terra Nuova Edizioni
formato Libri
genere Stili di Vita > Decrescita
collana Decrescita e stili di vita
pagine 184
pubblicazione 2007
ISBN/EAN 9788888819129
Scrivi un commento
La testimonianza diretta dell'esperienza sorprendente di una donna che è riuscita ad eliminare il denaro dalla propria vita affermando di essere più ricca di quanto lo sia mai stata prima.
Promozione valida fino al 31/01/2015
13,00 11,05
EUR
 
risparmi: € 1,95
Spedito in 2 giorni
Condividi
Heidemarie Schwermer, l'autrice di Vivere senza soldi, è prima di tutto la fondatrice della prima associazione di baratto e di scambio fondata in Germania,  la "Centrale dai e prendi" da cui si ispira la sua scelta di vita di vivere senza denaro. Vive in casa di persone, quando queste sono fuori in vacanza, prendendosi in cambio cura degli alloggi; tutto il resto di cui necessita per vivere se lo procura attraverso l'antica arte del baratto. Eppure Heidemarie si sente più ricca di prima, dando valore alla qualità e al numero di relazioni che ha intessuto negli anni. Vivere senza soldi è il racconto di questa esperienza, che con grande determinazione ma anche semplicità esce dalla logica mercificata della nostra società.



 

Quarta di copertina

Nel maggio 1996, Heidemarie Schwermer decide di cambiare radicalmente modo di vivere: regala i suoi mobili, abbandona l'abitazione e lo studio, e disdice l'assicurazione sanitaria. Ciò di cui ha bisogno per vivere lo ottiene tramite gli scambi della "Centrale dai e prendi" da lei fondata a Dortmund, in Germania. Dopo tanti anni senza soldi, afferma di essere addirittura più ricca di prima. Concetti come lavoro, tempo libero e vacanze acquistano un significato completamente nuovo e la vita trova una nuova integrità.
L’esperienza raccontata in questo libro non avanza la pretesa di essere universalmente vincolante ma, in una società profondamente mercificata, rappresenta un modello concreto di speranza.

Inserisci i numeri visualizzati per il controllo anti spam

Permalink per :